Come preparare un BUDGET PATRIMONIALE efficace

Preparare un budget patrimoniale è un compito importante per le aziende che vogliono avere una pianificazione adeguata. Limitarsi al budget economico infatti non ci permette di avere una previsione della situazione patrimoniale e soprattutto della situazione finanziaria

Questo perchè il rendiconto finanziario dei flussi di cassa è costruito anche con le variazioni degli stati patrimoniali futuri.

Un budget patrimoniale, che fa parte del master budget insieme a quelli economici e finanziari, stima i valori dello stato patrimoniale (attività e passività) per l’anno futuro.

Usando come punto di partenza i valori finali dell’anno precedente, il budget considera le variazioni future attese. Questo include quindi

  • Immobili
  • Capitale circolante
  • Patrimonio netto
  • Finanziamenti
  • Debiti commerciali
  • Crediti commerciali
  • Debiti e crediti fiscali

Verso la fine dell’anno, le aziende iniziano a concentrarsi sui valori previsti dei posti di bilancio per gestire la liquidità e le esigenze di finanziamento. Il processo di calcolo richiede un’analisi critica del capitale circolante – ovvero l’attivo corrente meno il passivo corrente – per valutare la capacità dell’azienda di autofinanziare la crescita e gli investimenti.

Prevedere un budget patrimoniale è essenziale anche per la gestione fiscale, inclusi obblighi come tasse e IVA, assicurando l’allineamento di attività e passività.

È importante notare che i budget patrimoniali differiscono dai budget finanziari: il primo stima i valori del bilancio piuttosto che concentrarsi sul flusso di cassa e sulle transazioni finanziarie per l’anno successivo (che come detto sono costruite anche grazie allo stato patrimoniale previsionale ma il loro focus è di dettagliare le variazioni di cassa mentre il focus dello stato patrimoniale previsionale è quello di costruire lo stato patrimoniale)

Inoltre, il budget commerciale è il budget che influenza in modo importante il budget patrimoniale fornendo proiezioni su valori commerciali come i livelli di inventario, tempi di pagamento in base alle tipologie di clienti, investimenti di marketing e commerciali.

Definizione di Budget Patrimoniale

Un Budget Patrimoniale è uno strumento di programmazione aziendale che stima i valori futuri del patrimonio di un’impresa. Si compone delle voci dello stato patrimoniale, tra cui immobili, capitale sociale, rimanenze di magazzino e finanziamenti.

Questo budget permette alle imprese di pianificare con precisione anche le risorse economiche per il nuovo anno, considerando gli ammortamenti e gli investimenti futuri. Infatti ad esempio non potremmo stimare in modo adeguato il costo per ammortamenti se non abbiamo un budget patrimoniale ben fatto. È indispensabile anche per valutare la liquidità aziendale e programmare adeguatamente la gestione delle scorte: come posso prevedere in modo efficace la liquidità aziendale se non ho predisposto un budget patrimoniale?

Ogni voce del budget patrimoniale rivela informazioni cruciali sulle capacità finanziarie dell’impresa. Imprenditori e direzione aziendale lo utilizzano per controllare l’evoluzione del patrimonio netto e prevedere l’impatto dei flussi di cassa.

Grazie ai dati del budget patrimoniale, si possono fare previsioni informate sui possibili scenari di autofinanziamento e sui bisogni di credito bancario. Questa pianificazione è essenziale per le piccole imprese che mirano a sviluppare una gestione sostenibile e ridurre il rischio economico.

Come Calcolare il Budget Patrimoniale

Per calcolare il Budget Patrimoniale, è necessario effettuare una stima del capitale circolante e considerare i debiti e crediti fiscali. Un’accurata analisi di questi fattori permetterà di pianificare in modo efficace le risorse finanziarie per l’anno successivo.

Stima del capitale circolante

Stabilire con precisione il capitale circolante è cruciale per una gestione finanziaria efficace. Si ottiene calcolando la differenza tra attività correnti e passività correnti.

Questo indicatore riflette la capacità di un’azienda di sostenere le operazioni quotidiane e affrontare le spese imminenti. Una valutazione accurata del capitale circolante è fondamentale per assicurarsi che l’impresa disponga della liquidità necessaria per operare senza intoppi.

Stima dei crediti commerciali: calcolo dei tempi medi di incasso, possibilmente suddivisi per tipologie di clienti, in base alle previsioni di fatturato (se possibile per segmento di clientela). Sapendo quanto fattureremo ed i tempi medi di incasso, possiamo calcolare in modo verosimile la consistenza dei crediti clienti. Ricordiamoci, nel caso vendessimo all’estero o a segmenti di clienti con aliquota iva diversa, di suddividere le previsioni di fatturato in base anche alle diverse aliquote iva.

Stima dei debiti commerciali: previsione degli acquisti e dei tempi medi di pagamento dei fornitori, in modo speculare a quanto avviene per i crediti clienti.

Stima del magazzino: giorni mesi di magazzino rispetto agli acquisti (magazzino materie prime) ed alle vendite (magazzino prodotti finiti).

Si tratta ovviamente di una semplificazione ma non è questa la sede per dettagliare i modelli di calcolo, che trovate ovunque sul web.

Monitorare costantemente il capitale circolante permette di individuare in tempo eventuali problematiche. Fattori come i termini di pagamento dei debiti e crediti commerciali, la gestione delle scorte e le politiche di credito esercitano un’influenza significativa su questo valore.

Attraverso l’analisi del capitale circolante, l’azienda può determinare se ha le risorse per finanziare autonomamente l’espansione e gli investimenti. Questo aspetto è essenziale per assicurare un flusso di cassa sano e supportare lo sviluppo sostenibile nel lungo periodo.

Debiti e crediti fiscali

Dopo aver considerato il capitale circolante, è essenziale focalizzarsi su debiti e crediti fiscali per avere un quadro completo del budget patrimoniale. I crediti fiscali nascono dalle imposte pagate in eccesso o per anticipazione, e rappresentano un importo che l’azienda può recuperare dallo Stato.

Si tratta di risorse finanziarie che influenzano il cash flow dell’azienda e vanno gestiti con attenzione nel budgeting.

I debiti fiscali sono le tasse e le imposte ancora da versare. Sono obbligazioni che l’azienda deve onorare in tempi previsti per non incorrere in sanzioni. Bilanciare accuratamente entrambi i fattori è fondamentale per prevedere la liquidità disponibile e programmare gli investimenti.

Utilizzare strumenti di business intelligence e farenumeri cloud può semplificare questo compito, fornendo una visione chiara della situazione fiscale e aiutando a mantenere la sostenibilità finanziaria.

Per avere una previsione efficace della situazione debiti e crediti fiscali, consiglio di procedere come segue

  1. prevedere iva a debito e credito in base alla previsione patrimoniale di crediti commerciali, debiti commerciali (acquisti e vendite) e investimenti (iva su acquisti per investimenti)
  2. prevedere la situazione debiti inps e inail in base alle aliquote ed ai dati storici su dipendenti e collaboratori
  3. creare una previsione degli eventuali debiti pregressi, rateizzazioni etc. se ne avete
  4. esaminare la situazione attuale e previsionale con il vostro fiscalista di fiducia

Esempio di Budget Patrimoniale

Creare un budget patrimoniale efficace richiede un’attenta pianificazione e considerazione degli elementi di bilancio. L’esempio seguente mostra il budget per il 2023 di una mia azienda cliente durante l’inizio del 2022.

Differenza tra Budget Patrimoniale e Budget Finanziario

Dopo aver esaminato un esempio di Budget Patrimoniale, vediamo ora come si confronta con il Budget Finanziario:

1. Il budget patrimoniale stima i valori di stato patrimoniale, mentre il budget finanziario si concentra sul flusso di cassa e sulle entrate e uscite finanziarie.

2. Il budget patrimoniale si basa sui valori di chiusura dell’anno precedente più le variazioni attese, mentre il budget finanziario si concentra sulle entrate e uscite finanziarie previste per l’anno successivo.

3. Entrambi i budget sono importanti per la gestione aziendale e possono essere utilizzati per fare una stima del flusso di cassa e del capitale circolante.

4. Il budget patrimoniale bilancia le attività e passività previste, mentre il budget finanziario si concentra sulle entrate e uscite finanziarie.

5. Il budget patrimoniale può essere utile per gestire eventuali fabbisogni di finanziamento, mentre il budget finanziario fornisce una prospettiva più dettagliata sulle entrate e uscite finanziarie.

Tipologie di Budget

Il Budget Patrimoniale è solo uno dei tipi di budget utilizzati dalle aziende. Altri tipi includono il Budget Operativo, Commerciale, Economico e Finanziario. Ognuno di questi tipi di budget serve a scopi diversi e contribuisce al controllo finanziario e gestionale dell’azienda.

Budget Operativi

I budget operativi sono orientati alla gestione delle attività aziendali a breve termine, basandosi su previsioni di produzione, vendite e spese correnti. Questi budget sono strumentali per la pianificazione e il controllo dell’attività operativa quotidiana. Essi includono:

  1. Budget delle vendite: Prevede le quantità di prodotto o servizio che si prevede di vendere e i relativi ricavi.
  2. Budget della produzione: Stima le quantità di beni o servizi da produrre per soddisfare la domanda prevista.
  3. Budget degli acquisti: Pianifica le materie prime e i materiali necessari per la produzione.
  4. Budget dei costi operativi: Calcola le spese operative come manodopera, pubblicità, marketing, ecc.

Budget Commerciale

Il budget commerciale fornisce stime prospettiche sulle voci commerciali come inventario, vendite, costi di produzione e spese di marketing.

  1. Aiuta a pianificare le attività commerciali per massimizzare i profitti e minimizzare le perdite.
  2. Fornisce una visione chiara delle risorse finanziarie necessarie per le attività commerciali.
  3. Valuta le performance delle attività commerciali e identifica eventuali aree di miglioramento.
  4. È un utile strumento decisionale per investimenti e strategie di espansione.
  5. Contribuisce a garantire una gestione efficace delle risorse finanziarie per mantenere la sostenibilità delle attività commerciali.

Budget Economico

Il budget economico è fondamentale per stimare i valori prospettici delle voci del conto economico.

  1. Include la stima dei ricavi e delle spese per un determinato periodo.
  2. Aiuta a formulare una prima stima del flusso di cassa, fornendo una panoramica finanziaria futura.
  3. Consente di pianificare in anticipo la gestione della posizione nei confronti dell’erario, comprese imposte, tasse e IVA.
  4. È uno strumento prezioso nella gestione finanziaria aziendale, aiutando a prendere decisioni informate sull’allocazione delle risorse.
  5. Può essere utilizzato per monitorare le variazioni tra l’andamento atteso e quello reale dell’attività economica.
  • Differenze tra Budget Patrimoniale e Budget Economico

Budget Finanziario

Il budget finanziario è uno strumento di programmazione finanziaria, parte del master budget aziendale, preparato insieme al budget patrimoniale e al budget economico verso la fine dell’anno. Si realizza ricavando i dati dagli altri prospetti previsionali e serve a determinare la sostenibilità finanziaria dei programmi aziendali partendo dall’equilibrio tra costi e ricavi attesi.

  • Serve a stimare il flusso di cassa complessivo in un dato periodo.
  • Aiuta a valutare la situazione finanziaria dell’azienda e prevedere eventuali rischi o opportunità.
  • Contribuisce a pianificare le fonti di finanziamento per garantire la copertura dei fabbisogni di liquidità.
  • Aiuta nell’allocazione efficiente delle risorse finanziarie per massimizzare il rendimento aziendale.
  • Fornisce una visione d’insieme sulla capacità dell’azienda di onorare gli obblighi futuri nei confronti dei creditori e garantire la crescita sostenibile.

Budget Patrimoniale: risposte alle domande frequenti

Perché è importante il Budget Patrimoniale per un’azienda?

Il Budget Patrimoniale è cruciale per garantire una gestione equilibrata delle risorse aziendali. Aiuta a prevedere la situazione patrimoniale futura, facilitando decisioni informate su investimenti, finanziamenti e gestione delle risorse.

Quali elementi sono inclusi in un Budget Patrimoniale?

Tipicamente, include asset correnti (come cassa e inventario), immobilizzazioni (come impianti e macchinari), passività correnti (come debiti a breve termine) e passività a lungo termine (come mutui).

Qual è la differenza tra Budget Patrimoniale e bilancio?

Il bilancio è uno stato finanziario che mostra la situazione patrimoniale a una data specifica, mentre il budget patrimoniale è una previsione di come il patrimonio aziendale si evolverà nel futuro.

In che modo il Budget Patrimoniale influenza le decisioni di investimento?

Il budget patrimoniale fornisce una panoramica delle risorse disponibili e delle necessità di finanziamento, aiutando le aziende a prendere decisioni informate sugli investimenti, sia in termini di acquisizioni che di disinvestimenti.

Quali sono le principali sfide nella creazione di un Budget Patrimoniale?

Le sfide includono la previsione accurata delle variazioni di valore degli asset e delle passività, l’adattamento alle variazioni di mercato e l’integrazione con altri piani finanziari aziendali.

Quanto spesso dovrebbe essere rivisto il Budget Patrimoniale?

Idealmente, dovrebbe essere rivisto annualmente o più frequentemente se l’azienda opera in un ambiente di mercato dinamico o in rapida evoluzione.

Quali strumenti possono aiutare nella creazione di un Budget Patrimoniale?

Software di pianificazione finanziaria come SAP, Oracle Financials e Microsoft Dynamics offrono funzionalità avanzate per supportare la creazione e l’analisi di un budget patrimoniale.

Come si integra il Budget Patrimoniale con altri piani finanziari?

Il budget patrimoniale dovrebbe essere integrato con il budget di tesoreria, il piano operativo e il piano degli investimenti per garantire un approccio coerente e olistico alla pianificazione finanziaria.

Conclusioni

Per concludere, pianificare un budget patrimoniale efficace richiede una dettagliata analisi delle voci contabili e finanziarie. Calcolare con precisione il capitale circolante e gestire le attività e passività previste è essenziale.

Considerare attentamente gli investimenti futuri e l’autofinanziamento dell’azienda aiuterà a garantire una gestione finanziaria solida. Infine, monitorare costantemente le variazioni nel patrimonio netto e altri debiti e crediti consentirà di adattare il budget alle esigenze in evoluzione dell’azienda.

Budget patrimoniale: link esterni utili

Budget: wikipedia

Il Budget (tesi)

Il budget (libro)

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.