Rendiconto Finanziario: quando è obbligatorio?

Il rendiconto finanziario obbligatorio è una componente del bilancio di esercizio che troviamo in alcune società e casistiche. In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono e vedremo inoltre il rendiconto finanziario e le sue relazioni con il codice civile e le normative vigenti.

Il rendiconto finanziario è uno strumento cruciale per le imprese perché permette di monitorare e prevedere i flussi di cassa aziendali.

Mentre il conto economico ha il compito di rappresentare ricavi, costi, struttura economica e margine economico aziendale e lo stato patrimoniale ha il compito di dare una fotografia delle attività e passività aziendali, il rendiconto finanziario permette di vedere quali sono i flussi di cassa aziendali, dettagliando la provenienza dei flussi di cassa in entrata e uscita.

È quindi chiaro che tutte le imprese beneficiano del rendiconto finanziario anche se non è obbligatorio per tutte. Vediamo di seguito

  • quando e per quali imprese è obbligatorio il rendiconto finanziario
  • le linee guida del codice civile
  • il rendiconto finanziario e il bilancio

Rendiconto finanziario: quando è obbligatorio?

Il rendiconto finanziario è obbligatorio per le società di capitali e per le società cooperative, oltre a essere richiesto anche dalle società di persone che superano certi limiti dimensionali.

Chi ha l’obbligo di redigerlo dipende quindi dal tipo di società e dalla dimensione dell’attività economica svolta.

Chi ha l’obbligo di redigerlo

Il rendiconto finanziario è diventato un documento contabile di fondamentale importanza. A partire dal 2016, alcune aziende non possono esimersi dalla sua redazione.

  • Le società per azioni (s.p.a.) e le società a responsabilità limitata (s.r.l.), in quanto entità di una certa dimensione e rilevanza economica.
  • Le imprese che superano determinati limiti dimensionali fissati dalla legge, come numero di dipendenti, fatturato totale e attivo totale.
  • Le aziende che emettono obbligazioni o altri titoli di stato, per fornire una visione chiara della loro capacità finanziaria agli investitori.
  • Entità che hanno ricevuto finanziamenti o che sono soggette a imposte specifiche, per cui è richiesta una dettagliata relazione del flusso di cassa.
  • Fondazioni e altre forme organizzative quando raggiungono i criteri stabiliti dal decreto legge fallimentare, proprio per garantire trasparenza sulla gestione dei fondi disponibili.
  • Anche le piccole imprese potrebbero scegliere volontariamente di compilare il rendiconto finanziario per avere un quadro più preciso della propria situazione economica.

L’OIC 10 stabilisce le linee guida per la struttura del rendiconto finanziario. Questo documento divide i flussi di cassa in tre categorie principali: le attività operative, le attività di investimento e le attività finanziarie.

Questo documento, regolato dall’articolo 2423 del Codice Civile italiano, deve essere suddiviso in flussi di cassa derivanti dalle attività operative, di investimento e di finanziamento, seguendo gli standard dell’OIC 10.

Per redigere un rendiconto finanziario, le aziende possono scegliere tra il metodo diretto o quello indiretto, preferendo spesso quest’ultimo come suggerisce l’OIC 10.

L’obbligo di preparazione vale per le imprese che soddisfano determinati criteri relativi al numero di dipendenti, ai ricavi totali e agli attivi totali. I rendiconti finanziari offrono un’analisi comparativa tra diversi periodi per valutare le prestazioni dell’impresa e supportare la presa di decisioni strategiche per il futuro.

Scoprite come questo documento può trasformarsi in un alleato per la crescita della vostra azienda.

Rendiconto finanziario obbligatorio e linee guida del codice civile

Il rendiconto finanziario, secondo l’OIC 10 e l’articolo 2423 del Codice Civile, rappresenta uno strumento contabile che riporta in modo dettagliato i flussi finanziari di un’azienda e le sue attività patrimoniali.

Viene redatto in base ai principi contabili internazionali ed è strettamente collegato al bilancio d’esercizio.

Secondo l’OIC 10

La suddivisione aiuta a capire come l’impresa genera e utilizza il denaro nel corso del tempo.

La raccomandazione dell’OIC 10 è di favorire l’uso del metodo indiretto per la redazione del rendiconto. Tale metodo parte dal risultato economico e apporta correzioni per arrivare ai flussi di cassa effettivi.

Le imprese lo adottano spesso poiché permette di collegare direttamente il rendiconto finanziario al conto economico e allo stato patrimoniale, facilitando l’analisi della situazione finanziaria dell’azienda.

Secondo l’articolo 2423 del Codice Civile

L’articolo 2423 del Codice Civile sottolinea l’importanza del rendiconto finanziario come strumento per valutare la solidità finanziaria di un’impresa. Questo documento rivela ai potenziali investitori la reale capacità dell’azienda di generare flussi di denaro positivi e si rende indispensabile in un mercato competitivo.

Monitorare il cash flow richiede attenzione e precisione, e un approccio manuale può risultare complesso e soggetto a errori. Per le aziende, scegliere il metodo più adeguato per la redazione del rendiconto è fondamentale.

Bisogna considerare la struttura organizzativa e quanto dettagliate debbano essere le informazioni fornite. La scelta giusta può fare la differenza in termini di chiarezza e comprensibilità per gli stakeholders.

La compilazione del rendiconto finanziario segue criteri ben definiti che si adattano alle esigenze e alla complessità dell’entità aziendale. Dalle microimprese alle società per azioni, è vitale presentare un quadro accurato della situazione finanziaria, includendo passività, capitali e patrimonio.

Il risultante bilancio di esercizio fornisce una visione chiara del fatturato e della posizione economica complessiva dell’impresa, elemento decisivo nell’affrontare le sfide di liquidità e nelle strategie anti-crisi d’impresa.

Rendiconto obbligatorio e bilancio d’esercizio

Il rendiconto finanziario si affianca al bilancio d’esercizio come strumento fondamentale per analizzare la situazione economica di un’azienda. Esso dettaglia i flussi di cassa, ovvero le entrate e le uscite di denaro, permettendo di comprendere come le risorse finanziarie vengano generate e utilizzate nel corso dell’anno.

Attraverso il rendiconto, gli stakeholder possono valutare la capacità di un’impresa di generare liquidità e sostenerla nel tempo.

L’importanza del bilancio d’esercizio è innegabile: esso offre uno spaccato patrimoniale e finanziario dell’azienda attraverso il conto economico, lo stato patrimoniale e la nota integrativa.

Tuttavia, il rendiconto finanziario aggiunge un livello di dettaglio essenziale, mostrando l’impatto delle scelte operative, degli investimenti e del finanziamento sull’effettiva disponibilità liquida.

Grazie a questi dati, gli imprenditori prendono decisioni più informate riguardanti investimenti, prestiti obbligazionari e la gestione dei conti correnti aziendali.

Utilità del rendiconto finanziario

Il rendiconto finanziario fornisce una panoramica dettagliata delle entrate e delle uscite dell’azienda, consentendo ai dirigenti di valutare la solidità finanziaria dell’azienda.

Inoltre, aiuta a identificare eventuali problemi finanziari in modo tempestivo, consentendo ai decision maker di prendere provvedimenti correttivi. Questo strumento è cruciale anche per attirare potenziali investitori, in quanto fornisce loro una visione chiara delle performance finanziarie passate e presenti dell’azienda, contribuendo a instillare fiducia nelle capacità di gestione e crescita dell’azienda.

Inoltre, il rendiconto finanziario consente di confrontare le prestazioni aziendali tra diversi periodi, consentendo ai dirigenti di valutare l’andamento nel tempo e apportare modifiche strategiche se necessario.

Questa comparazione tra i flussi finanziari permette di individuare trend positivi o problematici, facilitando la pianificazione futura e promuovendo una gestione finanziaria oculata e informativa.

Rendiconto finanziario: risposte alle domande frequenti

Cos’è un Rendiconto Finanziario?

Il Rendiconto Finanziario è un documento contabile che illustra i flussi di cassa di un’azienda in un determinato periodo, evidenziando come l’azienda gestisce il denaro in termini di entrate, spese, investimenti e finanziamenti.

Quali sono le principali componenti di un Rendiconto Finanziario?

Le componenti chiave includono i flussi di cassa operativi (dalle attività quotidiane), i flussi di cassa degli investimenti (acquisto o vendita di asset) e i flussi di cassa finanziari (prestiti, rimborsi di debiti, dividendi).

Come si prepara un Rendiconto Finanziario?

Si prepara partendo dai dati del bilancio e del conto economico, aggiustando per elementi non monetari come ammortamenti e variazioni nel capitale circolante, per ottenere una visione chiara dei flussi di cassa effettivi.

Qual è la differenza tra Rendiconto Finanziario e Bilancio?

Il Bilancio mostra la situazione patrimoniale e finanziaria di un’azienda in un dato momento, mentre il Rendiconto Finanziario dettaglia come cambia la liquidità nell’arco di un periodo.

In che modo il Rendiconto Finanziario aiuta nelle decisioni aziendali?

Fornisce informazioni vitali sulla capacità dell’azienda di generare cassa, aiutando i dirigenti a prendere decisioni informate su investimenti, espansioni, riduzioni del debito e distribuzione di dividendi.

Quali sfide possono sorgere nella preparazione di un Rendiconto Finanziario?

Le sfide includono la corretta categorizzazione dei flussi di cassa e la distinzione tra attività operative, di investimento e finanziarie, nonché l’interpretazione accurata dei dati per una pianificazione finanziaria efficace.

Quanto spesso dovrebbe essere redatto un Rendiconto Finanziario?

Generalmente, viene redatto annualmente, ma per aziende più grandi o in settori volatili, può essere utile una preparazione trimestrale o semestrale.

Come si può utilizzare un Rendiconto Finanziario per migliorare la gestione finanziaria?

Può essere usato per valutare la gestione delle risorse, identificare aree di spreco, ottimizzare le operazioni e pianificare strategie di crescita o riduzione del debito.

Quali software sono utili per la preparazione del Rendiconto Finanziario?

Software come QuickBooks, Xero, e Sage offrono strumenti per automatizzare la preparazione del Rendiconto Finanziario, integrando dati da diverse fonti contabili

Rendiconto finanziario: link esterni utili

Rendiconto finanziario (wiki)

Rendiconto finanziario (tesi)

Il rendiconto finanziario dei flussi di liquidità (libro)

Rendiconto finanziario principi contabili

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.