Come trovare investitori per un progetto

State cercando finanziamenti per far crescere la vostra idea di business o per un progetto di qualsiasi tipologia? In questo articolo, vi racconto quali sono in Italia tutti i canali e gli strumenti perseguibili e come approcciarli a meglio.

Perché avete bisogno di finanziamento per il vostro progetto

Fare una startup costa. Ci vogliono soldi per far decollare idee nuove. Magari avete un piano d’impresa solido, ma senza i fondi, è come avere le ali e non poter volare. Il denaro aiuta a coprire le spese: dagli uffici alle attrezzature, dal marketing al personale.

In anni di esperienza in supporto alle imprese e realizzazione di business plan, quello che ho imparato è che le persone non hanno un idea chiara del capitale necessario perchè sono troppo ottimistiche sul fabbisogno di capitale necessario ad acquisire clienti ed arrivare al break even, oppure non hanno un idea chiara degli altri investimenti in organizzazione e struttura.

Ottenere finanziamenti (se non disponete voi del capitale adeguato) può dare una marcia in più al vostro progetto. Con quella spinta, potreste trasformare il vostro sogno in realtà e iniziare a fare profitti. Inoltre, investitori esperti possono offrire non solo capitali, ma anche preziosi consigli.

Come trovare investitori per un progetto: quali sono gli investitori?

Famiglia e amici

La famiglia e gli amici (c.d. “family and friends” in inglese) spesso vogliono vedere i nostri sogni diventare realtà e possono supportarci per partire con una nuova idea di business. Questo tipo di aiuto è differente da tutti gli altri perché viene da persone che ci conoscono bene e credono in noi.

Ma, attenzione! È sempre importante scrivere tutto su carta. Così, tutti sanno che cosa aspettarsi e come verrà restituito il prestito. Quando coinvolgete amici e famigliari consiglio sempre di creare una lettera di intenti o comunque un accordo scritto (come si fa con tutti gli altri soggetti) dove mettete nero su bianco tutte le varie condizioni. In questo modo evitate incomprensioni.

Parlare di soldi può essere difficile, soprattutto con chi ci sta vicino. Bisogna essere onesti e chiari su quanto si può restituire e quando. E se il progetto cresce grazie agli aiuti ricevuti? Bene, è giusto condividere il successo con chi ha creduto in noi fin dall’inizio.

Microcredito

Il microcredito è di fatto l’unico o uno dei pochi strumenti di prestito nel caso in cui non siate finanziabili

In Italia, il microcredito ha iniziato a guadagnare popolarità negli ultimi anni, soprattutto come risposta alla crescente necessità di finanziamenti alternativi durante periodi di crisi economica. Le istituzioni finanziarie e le organizzazioni non governative offrono prestiti a microimprenditori, start-up, e individui che desiderano avviare una propria attività ma che sono privi di garanzie sufficienti per i prestiti tradizionali.

l processo di concessione di un microcredito è solitamente meno oneroso e più accessibile rispetto ai prestiti bancari tradizionali. Le garanzie richieste sono minori e danno una possibilità anche a chi non ruisulta finanziabile da un istituto di credito tradizionale

Finanza agevolata e contributi a fondo perduto

ntroduzione Nel panorama delle opportunità finanziarie per le imprese, la finanza agevolata e i contributi a fondo perduto rappresentano strumenti preziosi per sostenere lo sviluppo e la crescita. Queste forme di sostegno economico possono fare la differenza per le imprese, specialmente in fasi di avviamento o espansione.

Finanza Agevolata: Una Panoramica La finanza agevolata si riferisce a finanziamenti erogati a condizioni più vantaggiose rispetto a quelli di mercato, spesso sotto forma di prestiti a tasso ridotto, garanzie, agevolazioni fiscali, o contributi in conto interessi. Questi strumenti sono solitamente forniti da enti pubblici o istituzioni finanziarie convenzionate e sono destinati a supportare progetti specifici, come l’innovazione tecnologica, l’espansione internazionale, o la sostenibilità ambientale.

Contributi a Fondo Perduto: Un’Opportunità Unica I contributi a fondo perduto sono una forma di sostegno finanziario dove l’importo concesso non deve essere rimborsato. Questi contributi sono particolarmente attraenti per le imprese, in quanto offrono un supporto diretto senza l’onere del debito. Sono spesso destinati a specifici settori o tipologie di progetto, come l’avvio di start-up, l’investimento in ricerca e sviluppo, o l’adozione di pratiche sostenibili.

Come Accedere a Questi Strumenti Per accedere alla finanza agevolata e ai contributi a fondo perduto, le imprese devono generalmente partecipare a bandi specifici, presentando progetti che rispondano ai criteri stabiliti. È fondamentale una pianificazione accurata e una conoscenza approfondita delle opportunità disponibili e dei requisiti richiesti.

Business angels

Oltre alle sovvenzioni, ci sono i business angels, pronti a dare quel sostegno speciale che una startup potrebbe necessitare. Sono persone che mettono i loro soldi in idee nuove, spesso in cambio di una parte dell’azienda.

Non solo forniscono denaro, ma spesso danno un supporto manageriale, imprenditoriale, commerciale e organizzativo trattandosi spesso di manager, professionisti o imprenditori.

Venture capital

I fondi di venture capital sono fondi di investimento che forniscono capitale a imprese in fase iniziale o di crescita, in cambio di una quota di proprietà. Questi investimenti sono generalmente ad alto rischio, ma possono offrire rendimenti elevati se l’impresa cresce con successo. I VC sono spesso interessati a settori come la tecnologia, la biotecnologia, l’energia rinnovabile e altri mercati emergenti.

Come Operano i Fondi VC I fondi di venture capital non solo forniscono capitale, ma offrono anche valore aggiunto sotto forma di consulenza strategica, assistenza nella strutturazione aziendale, accesso a reti professionali e supporto nella scalabilità dell’impresa. Questo approccio olistico è fondamentale per le startup che necessitano di più di un semplice investimento finanziario per navigare le sfide della crescita.

Società di capitale di rischio

Le società di capitale di rischio sono come dei supereroi per le start-up che hanno grandi sogni! Mettono soldi in piccole aziende che pensano possano crescere molto e in fretta. Non solo danno soldi, ma aiutano anche con consigli e relazioni importanti.

Equity Crowdfunding

Introduzione L’equity crowdfunding è emerso come un meccanismo innovativo di raccolta fondi, che permette alle startup e alle piccole e medie imprese (PMI) di ottenere capitali di rischio direttamente dal pubblico. Questo strumento rappresenta una svolta nella democratizzazione degli investimenti aziendali.

Cos’è l’Equity Crowdfunding L’equity crowdfunding consente agli investitori di tutti i livelli di acquistare quote di proprietà in startup e PMI. A differenza del crowdfunding tradizionale, dove i sostenitori ricevono un prodotto o un servizio in cambio del loro contributo, l’equity crowdfunding offre una partecipazione reale nell’equity dell’azienda.

Funzionamento dell’Equity Crowdfunding Le imprese pubblicano i loro progetti su piattaforme di equity crowdfunding, stabilendo un obiettivo di raccolta fondi e una quota di equity offerta. Gli investitori possono esaminare vari progetti e scegliere di investire in quelli che trovano più promettenti. Se il progetto raggiunge l’obiettivo di finanziamento, i fondi vengono trasferiti all’impresa in cambio delle quote.

Creazione di un evento

Organizzare un evento è un modo fantastico per attirare investitori. Bisogna scegliere una data e un posto che siano facili per tutti. L’evento deve essere interessante per chi ha i soldi da investire.

Si può fare una festa, un incontro o un seminario. L’importante è mostrare il progetto in modo chiaro e forte. Si deve far vedere perché il progetto vale la pena di ricevere soldi.

Durante l’evento, parlate con le persone, condividete idee e fate vedere che avete un piano solido e una passione vera per quello che state facendo.

Partecipazione a un evento

Partecipare a eventi può essere un trampolino di lancio per il tuo progetto. Ci trovi gente che, come te, vuole vedere idee nuove crescere. Può succedere che incontri investitori con gli occhi brillanti mentre spieghi il tuo sogno.

Ehi, potresti anche guadagnare amici che credono nella tua visione! Con sorrisi e strette di mano, mostri che sei serio e pronto a fare business.

Una cosa tira l’altra e presto ti ritrovi a parlare di business model e crescita con persone che possono aiutarti davvero. Ricorda, una chiacchierata può diventare la svolta che aspettavi.

Già immagini di tornare a casa con una lista piena di contatti pronti a sostenerlo il tuo progetto? Dopo gli eventi arriva il momento di mostrare ai nuovi amici come il tuo progetto merita i loro investimenti.

Connessioni nel vostro campo di lavoro

Dopo aver preso parte agli eventi, le relazioni che si costruiscono nel proprio settore diventano una miniera d’oro. Parlate con altre persone del vostro campo. Raccontate loro del vostro progetto.

Potrebbero conoscere un investitore informale o un angel investor alla ricerca di nuove opportunità. Non dimenticate di scambiare biglietti da visita. Usate i social come LinkedIn per restare in contatto.

Le reti professionali sono specie di ponti verso potenziali finanziatori. A volte, un semplice caffè con un collega può portare a un incontro con un venture capitalist. Magari, un consulente vi presenta a un fondo di private equity interessato a startup innovative come la vostra.

Le occasioni possono nascere in molti modi, quindi tenete gli occhi aperti e siate sempre pronti a parlare del vostro progetto!

Come trovare investitori per un progetto: PRESENTARSI IN MODO ECCELLENTE

Avere un business plan professionale

Mettere su carta il vostro piano d’affari è come disegnare una mappa del tesoro per i vostri investitori. Dovete mostrare dove siete ora, dove volete arrivare e come ci arriverete.

Ognuna delle vostre idee deve brillare; dal modello di business ai piani finanziari fino alla struttura della proprietà. Pensi a questo documento come al biglietto d’ingresso per il club degli imprenditori di successo.

Un buon piano d’affari parla chiaro e forte: “Siamo qui per vincere!”. Assicurati che ogni dettaglio sia lucido come una moneta nuova. Include proiezioni finanziarie solide e prova che il tuo flusso di cassa può far ballare gli investitori di gioia.

È il lavoro duro, ma ti assicuro, quando apri quella porta con la chiave giusta, le opportunità iniziano a fluire come un fiume dopo la pioggia.

Avere un pitch deck eccellente

Introduzione Nel mondo dell’imprenditorialità e delle startup, il pitch deck è uno strumento essenziale per comunicare il valore e il potenziale di un’impresa agli investitori. È la prima impressione significativa che un imprenditore può dare e gioca un ruolo cruciale nell’attrarre investimenti.

Cos’è un Pitch Deck Un pitch deck è una breve presentazione, solitamente realizzata in PowerPoint o formati simili, utilizzata per fornire agli investitori una panoramica del tuo business plan. Contiene informazioni chiave sull’azienda, il prodotto o servizio, il mercato, il modello di business, la squadra, e i piani finanziari.

Elementi Chiave di un Pitch Deck

  1. Problema e Soluzione: Presenta il problema che la tua startup intende risolvere e come il tuo prodotto o servizio offre una soluzione efficace.
  2. Mercato di Riferimento: Definisci il tuo mercato target e le sue dimensioni, dimostrando la domanda per il tuo prodotto o servizio.
  3. Modello di Business: Spiega come la tua impresa guadagnerà denaro, dettagliando i canali di vendita, i prezzi e la strategia di crescita.
  4. Competizione: Analizza i tuoi concorrenti e il tuo vantaggio competitivo.
  5. Team: Presenta il team alla guida dell’impresa, sottolineando esperienze e competenze.
  6. Trazione: Fornisci prove di progresso e crescita, come vendite, partnership o feedback dei clienti.
  7. Richiesta Finanziaria: Specifica la quantità di finanziamento che stai cercando e come prevedi di utilizzarli.

Provare il vostro concetto

Prima di chiedere soldi, mostrate che la vostra idea funziona. Fate un piccolo test o create un modello del vostro prodotto. Questo vi aiuta a vedere se la gente lo vuole davvero. Pensateci, un investitore vuole vedere che il vostro progetto può fare soldi prima di dargliene.

Se avete già clienti o fan, è un segno buono. Questo mostra agli investitori che avete qualcosa che vale.

Preparate anche storie di successo o dati che dimostrano il potenziale del vostro progetto. Parlate con gli utenti e raccogliete le loro opinioni. Ogni feedback positivo è oro. Usatelo per migliorare e per convincere chi mette i soldi che loro non li perderanno.

Ricordate, mostrare è meglio di dire quando si tratta di affari. Dopo aver provato il vostro concetto, il prossimo passo è considerare un cofondatore.

Considerare un cofondatore

Avere un cofondatore nel tuo business può fare una grande differenza. Porta con sé nuove abilità e risorse che possono aiutare molto. Gli investitori vedono di buon occhio quando c’è più di una persona a impegnarsi per il successo di un’impresa.

Questo mostra che il business ha una base solida e più teste che pensano alle soluzioni.

Scelta del cofondatore giusto è come un matrimonio nel mondo degli affari. Devi trovare qualcuno che condivida la tua visione e che possa lavorare bene con te. Insieme potete costruire qualcosa di forte che attiri gli investitori.

Il tuo partner aiuterà a spingere il progetto verso l’alto e insieme potrete affrontare le sfide meglio di quanto fareste da soli.

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.