Business Plan per Start up: ricordatevi il Test di Mercato! (CON VIDEO)

Vediamo spesso analisi di mercato fatte in modo più o meno professionale, ma la grande maggioranza dei business plan per start up non prevedono un test di mercato e ciò causa una elevata mortalità delle stesse.

L’altro vantaggio nell’effettuare un test di mercato è che permette di arricchire il nostro business plan con dati utili: se ad esempio effettuiamo un test di mercato proponendo una sorta di pre-lancio di un prodotto o servizio e otteniamo dei riscontri positivi, pre-ordini, ordini, etc. avremo conseguentemente fatto un “passo in avanti” nel nostro business, e potremo dare informazioni aggiuntive a dimostrazione della concretezza del nostro modello di business, prodotto o servizio.

Come valutare se il vostro prodotto è vendibile

Premesse

  • gli esempi e i consigli che seguono sono frutto di esperienza pratica; 
  • non in tutti i settori si riescono a svolgere tutti questi test, ma nella grande maggioranza dei casi è sempre possibile adottare 1-2 di queste soluzioni a basso costo ed elevata efficacia.

Business Plan Start up: ricordatevi il test di mercato (Video)

Business Plan Start up: ricordatevi il test di mercato (Guida)

Quando dobbiamo fare un business plan efficace e professionale per una start up, aggiungere un test di mercato ci permette di avere le prime informazioni relative a:

  • % di successo: quanti clienti comprano il prodotto 
  • motivazioni delle mancate vendite da parte del cliente (perché non ha comprato)
  • motivazioni delle mancate vendite da parte del venditore (il nostro commerciale)
  • punti di forza e punti di debolezza del prodotto 
  • percezione del prodotto da parte della clientela 
  • funzionamento del prodotto: se il prodotto funziona bene, quali saranno i vantaggi o gli svantaggi che il cliente riscontra nell’utilizzo 
  • ci sono degli aspetti che dobbiamo migliorare << per forza >>
  • il prezzo che proponiamo è corretto ?
  • il nostro vantaggio competitivo è <<capito>> e valorizzato?

Cosa vuol dire fare un Test di Mercato ?

Le modalità per fare un test di mercato sono molte, ma ne sintetizzo tre che sono quelle che mi sento di consigliare:

  1. Fare un test informale di mercato: rivolgetevi a potenziali clienti chiedendo un punto di vista (conoscenti, amici)
  2. Prodotto pilota: se avete la possibilità provate con un prodotto pilota 
  3. Cliente test: cercate un cliente test per acquisire informazioni ed esperienza. 

Vediamo ora queste tre modalità nel dettaglio:

   1. Test Informale di mercato 

  • Cercate dei clienti target che siano facili da raggiungere 
  • Fate in modo che i clienti test rappresentino un campione rappresentativo dei clienti target: se ad esempio i clienti target vanno dai 20 ai 50 anni, cercate di effettuare un test che comprenda persone appartenenti a tutte le fasce di età (20-30 anni, 30-40 anni, 40-50 anni)
  • Elaborate un’intervista che vi permetta di acquisire delle informazioni utili 
  • Fornite degli incentivi alle persone che dedicano a voi del tempo (ad esempio un regalo, un piccolo rimborso spese, dei prodotti o servizi gratuiti).

   2. Prodotto pilota 

  • Se avete la possibilità, fate una promozione di una piccola quantità di prodotti o servizi
  • Esempio: se prevedete di vendere attraverso negozi sportivi, effettuate un test su un campione di negozi sportivi. Se prevedete di vendere online, effettuate un test su piattaforme e-commerce online.
  • Se ci sono costi di trasferta, focalizzate la promozione in un’area geografica o  target di clientela, in modo da minimizzare gli investimenti 
  • Fate la promozione <<strutturata>> dei prodotti
  • Raccogliete bene i dati e le informazioni.

   3. Cliente test 

  • Trovate uno o più clienti test (ricordatevi sempre di avere un campione rappresentativo come descritto nella prima parte).
  • Fornite il prodotto/ servizio gratuito.
  • Accordate al cliente l’uso del prodotto, a condizione che si svolga un’attività di test vera e propria, strutturata e dettagliata. 

Ti è piaciuto questo articolo? Guarda il mio canale youtube o il mio blog sul business plan e piano marketing

Business Plan per Start up: risposte alle domande frequenti

Cos’è un Business Plan per Start-up?

Un Business Plan per Start-up è un documento strategico che descrive in dettaglio il progetto imprenditoriale, gli obiettivi, le strategie di marketing e di business, e il piano finanziario. È essenziale per ottenere finanziamenti e per avere una guida chiara della strategia aziendale

Perché è importante un Business Plan per una Start-up?

È importante perché aiuta a definire la direzione dell’azienda, attrarre investimenti, gestire in modo efficace le risorse e adattarsi ai cambiamenti del mercato. Inoltre, fornisce una visione chiara degli obiettivi e delle strategie per raggiungerli

Quali sono i componenti principali di un Business Plan per Start-up?

I componenti principali includono il sommario esecutivo, la descrizione dell’azienda, l’analisi di mercato, l’organizzazione e la gestione, la linea di prodotti o servizi, la strategia di marketing e vendita, e le proiezioni finanziarie

Come si sviluppa una Strategia di Marketing nel Business Plan?

La strategia di marketing deve identificare il target di mercato, definire il posizionamento del prodotto, e delineare le strategie per raggiungere i clienti, includendo pubblicità, promozioni e canali di distribuzione

Qual è il ruolo dell’analisi di mercato in un Business Plan?

L’analisi di mercato fornisce informazioni cruciali sul target di mercato, sulla concorrenza e sulle tendenze del settore, aiutando a definire strategie di marketing efficaci e a identificare opportunità di crescita

Come si determinano i requisiti finanziari in un Business Plan?

I requisiti finanziari si determinano analizzando i costi di avvio, le spese operative, le previsioni di vendita e i flussi di cassa. Questo aiuta a stabilire quanto capitale è necessario per avviare e gestire l’attività

Quali sono le sfide comuni nella creazione di un Business Plan per Start-up?

Le sfide includono la definizione di un modello di business sostenibile, l’identificazione di un target di mercato chiaro, la stima accurata dei costi e delle entrate, e l’attrazione di investimenti

Come si misura il successo di un Business Plan per Start-up?

Il successo si misura attraverso il raggiungimento degli obiettivi finanziari e di business delineati nel piano, l’efficacia delle strategie di marketing, e la capacità di adattarsi e crescere nel mercato

È possibile modificare un Business Plan una volta avviata la Start-up?

Sì, un Business Plan dovrebbe essere un documento vivente, aggiornato regolarmente per riflettere i cambiamenti nel mercato, nelle strategie aziendali e nelle condizioni finanziarie

Quali risorse sono disponibili per aiutare nella creazione di un Business Plan per Start-up?

Esistono molte risorse, tra cui software di business planning, consulenti esperti, workshop e corsi online, che possono fornire guida e supporto nella creazione di un Business Plan efficace

Business plan per start up: link esterni utili:

Start up: definizione (wikipedia)
Business plan: definizione (wikipedia)
Ricerca di mercato: definizione (Wikipedia)
Ricerche di mercato: libro

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.