L’analisi della concorrenza

In questo articolo do una risposta a tutte le principali domande relative all’analisi della concorrenza; in queston modo avrete tutte le informazioni di base per capire, oltre a cos’è e a cosa serve una analisi della concorrenza, anche delle risposte esaustive a tutte le domande più comuni.

Se stai per avviare un nuovo business e stai cercando delle linee guida che ti aiutino a indirizzarlo, non devi fare altro che guardarti intorno. I tuoi competitors, infatti, sono la più grande fonte di ispirazione e di intuizione che tu possa trovare. Una corretta analisi della concorrenza, quindi, ti consentirà di conoscere in anticipo le buone pratiche da seguire per partire con il piede giusto.

Analisi della concorrenza: definizione

L’analisi della concorrenza è il processo di osservazione delle aziende comparabili alla vostra (concorrenti diretti ed indiretti) nel vostro settore. Questa analisi approfondita permette di avere informazioni sui loro prodotti, sulle loro strategie, sul loro modo di acquisire i clienti, sulla loro situazione economico finanizaria e su molti altri aspetti.

Analisi della concorrenza

La prima regola dell’analisi della concorrenza: avere le idee chiare sui concorrenti diretti

Prima di poter eseguire un’analisi della concorrenza efficace però, è opportuno avere ben chiaro chi i sono i nostri concorrenti diretti. Per fare ciò è necessario aver analizzato a fondo quale è il nostro core business analizzando in maniera chiara i servizi e/o i prodotti che rappresenteranno la nostra offerta.

Fatto ciò è possibile utilizzare gli strumenti che il web ci mette a disposizione per realizzare un’analisi dei concorrenti. Tale analisi ci fornirà preziose informazioni su chi sono i top players nel nostro settore e su chi sono i concorrenti ai quali potremmo cercare di ispirarci. Inoltre ci fornirà anche preziosi dettagli relativi ai competitors in difficoltà, o a quelli che non sono riusciti a decollare. L’analisi di questi ultimi, sarà altrettanto importante per cercare di capire eventuali errori che hanno commesso in modo da focalizzarci su quali punti porre maggiore attenzione.

Capire cosa funziona e cosa non va nel marketing e nella comunicazione degli altri, oppure trovare dei vuoti nell’offerta della concorrenza è alla base di un business che abbia basi solide e buone possibilità di crescita.

Analisi della concorrenza: a cosa serve

Grazie a queste informazioni acquisite sui concorrenti avremo i seguenti vantaggi

  • potremo posizionarci in modo più efficace: ad esempio se capisco che il concorrente diretto è più debole nel servizio alla clientela ed è più competitivo sulla qualità prodotti, potrò investire risorse sul mio servizio alla clientela.
  • potremmo avere delle idee utili: se ad esempio un concorrente utilizza una tecnica promozionale che noi non usiamo, possiamo in questo caso usare una strategia simile alla sua
  • sapere se un cliente sta andando bene o male: analizzando la situazione economico finanziaria dei concorrenti posso capire chi va meglio e chi va peggio e quindi dedicare le risorse a “rubare” le strategie dei competitors + forti, che probabilmente sono i più bravi ed hanno le migliori strategie
  • acquisire dei competitors: sapendo se ci sono dei concorrenti che vanno male ma sono sinergici alla nostra azienda, posso valutare di acquisirli e “fiutare” buoni affari

Come fare l’analisi della concorrenza (quali sono le fasi dell’analisi della concorrenza)

Avendo un articolo sull’analisi dei competitors che tratta in modo dettagliato il processo di analisi dei concorrenti, di seguito faccio una sintesi della procedura di analisi della concorrenza

  1. identificare i concorrenti diretti
  2. selezionare 3-4 concorrenti più in target per noi
  3. cercare le informazioni
  4. analizzare le informazioni
  5. usare la sintesi dell’analisi delle informazioni per la nostra strategia competitiva

Analisi della concorrenza: guida pratica (Video)

Per chi vuole approfondire gli aspetti relati alle informazioni che dobbiamo avere relativamente ai concorrenti, di seguito un video che trovate anche nel mio canale youtube dedicato al business plan

Analisi della concorrenza e analisi della propria azienda

Analizzare la concorrenza, come abbiamo accennato, è fondamentale. Ma, prima di addentrarci nell’analisi della concorrenza e delle forme più opportune di svolgerla, è altrettanto importante andare a menzionare l’analisi della propria attività.

Prima di dedicarsi all’analisi degli altri è opportuno iniziare a capire bene come è posizionata la nostra attività. Strumenti come Google Analytics e Facebook Business Manager, se correttamente utilizzati, ci aiutano a capire come i nostri potenziali clienti interagiscono con noi e con i servizi che offriamo. Un’analisi quantitativa e qualitativa dei dati raccolti relativamente alla nostra immagine sul web ci aiuteranno a capire meglio come i nostri clienti ci percepiscono ed evidenzieranno aspetti cruciali che andremo poi a confrontare con i nostri concorrenti in fase di analisi della concorrenza.

Analisi della concorrenza e analisi della propria azienda

Analisi della concorrenza e business plan

L’analisi della concorrenza è un elemento essenziale sia del business plan sia del piano marketing e vendite, sia di ogni strumento che definisca la strategia aziendale.

La formalizzazione di una strategia aziendale o di un piano aziendale deriva dalla somma di un analisi interna all’azienda e di un analisi esterna all’azienda (ambiente esterno); per quanto riguarda l’analisi dell’ambiente esterno, l’analisi della concorrenza è uno degli elementi principali.

L’analisi della concorrenza: punti di forza e debolezza

Dopo aver attentamente analizzato la nostra attività avendo capito punti di forza e debolezza, è giunto il momento di andare a guardare come si comportano i nostri competitors, come agiscono sul mercato e quali servizi offrono.

Non è detto che tutti i nostri concorrenti offrano gli stessi servizi che offriamo noi, alcuni potrebbero offrire servizi che noi non offriamo e noi stessi potremmo offrire servizi che altri non offrono. Sicuramente ci accorgeremo che in determinati settori difficilmente la nostra attività potrà sfondare perché troveremo molti competitors tutti molto qualificati. Ma allo stesso modo potremmo accorgerci di essere i miglior in altri tipi di servizi. Questa fase di analisi ci consentirà di focalizzarci sui nostri punti di forza e di conoscere le nostre debolezze. Potremo poi scegliere di investire per migliorarci o di abbandonare i rami in cui siamo più deboli.

Analisi della concorrenza: punti di forza e di debolezza

La buona prassi per una corretta analisi della concorrenza

Sapere cosa cerchiamo è il primo passo per trovarlo. Nel caso di un’analisi della concorrenza le principali informazioni da raccogliere sono entrate, prezzi, dati dei clienti, dimensioni dell’azienda, posizione nel mercato. Alcune di queste informazione sono disponibili e facili da reperire, altre richiederanno qualche sforzo in più. Una buona idea è quella di creare delle tabelle per raccogliere i dati dei diversi competitors in modo da poterli poi confrontare più agevolmente con quelli degli altri. L’analisi comparativa tra i vari concorrenti analizzati e noi, farà emergere dati interessanti e spunti estremamente preziosi per migliorare la nostra attività.

Gli strumenti che puoi utilizzare a questo scopo sono analisi dei contenuti pubblici e della SEO. Le strategie di marketing sono sempre più facili da analizzare grazie ai social che rappresentano una miniera di informazioni preziose. Scopri di più sull’analisi dei concorrenti online

La buona prassi per una corretta analisi della concorrenza

Analisi di Mercato e Analisi della Concorrenza

Di seguito spiego la complementarietà e le differenze tra analisi di mercato ed analisi concorrenti.

Analisi di Mercato: Capire il Contesto

L’analisi di mercato si concentra sullo studio del contesto in cui l’azienda opera. Questo processo prevede la raccolta e l’analisi di dati riguardanti le dimensioni del mercato, i segmenti di clientela, le tendenze di consumo, i comportamenti degli acquirenti e le principali dinamiche economiche e sociali. Alcuni punti focali dell’analisi di mercato includono:

Analisi Concorrenti: Conoscere i Rivali

L’analisi concorrenti, invece, si focalizza sulla comprensione dei competitor diretti e indiretti che operano nello stesso mercato. Lo scopo è individuare i punti di forza e di debolezza dei rivali, identificare le loro strategie e valutare le opportunità per differenziarsi.

Analisi della concorrenza online

Per quanto riguarda l’analisi della concorrenza online, in questa sede mi limito a fornire una sintesi di quelli che sono i punti fondamentali che include un analisi della concorrenza online

  1. Identificazione dei Competitori Chiave: identificare chi sono i principali concorrenti diretti e indiretti nel settore di riferimento.
  2. Analisi del Sito Web: si valutano aspetti come la struttura, il design, la navigabilità, la velocità di caricamento, la presenza di contenuti multimediali, la facilità d’uso e l’ottimizzazione per dispositivi mobili.
  3. Contenuti e SEO: questo punto riguarda l’analisi del contenuto presente sul sito dei competitori. Si valuta la qualità e la pertinenza dei contenuti, la strategia di blogging, l’uso delle parole chiave, la presenza di backlink e la strategia di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO).
  4. Presenza sui Social Media: si osservano la frequenza e il tipo di pubblicazioni, l’interazione con il pubblico, il numero di follower e l’efficacia complessiva della strategia di social media.
  5. Strategie di Marketing Digitale: si studiano le campagne pubblicitarie online, le promozioni, le offerte speciali, i webinar e gli eventi online organizzati dalle aziende rivali.
  6. Strategie di Pricing: lo studio delle politiche di prezzi, delle offerte speciali, dei pacchetti e delle scontistiche adottate.
  7. Feedback dei Clienti: si analizzano le opinioni che possono essere trovate su siti di recensioni, social media, forum e altre piattaforme online.
  8. Strategie di E-commerce e Distribuzione: l’analisi delle strategie di vendita online adottate dai competitori, come l’e-commerce, la logistica, i tempi di spedizione e la copertura geografica.
  9. Tecnologie Utilizzate: si studiano le tecnologie e gli strumenti digitali utilizzati dai competitori per gestire il loro sito web, le campagne di marketing e l’interazione con i clienti
  10. Tendenze e Innovazioni del Settore: si tratta di capire come i competitori si stanno adattando ai cambiamenti del mercato e delle preferenze dei consumatori.

Se vuoi approfondire l’analisi della concorrenza online, leggi questo articolo: analisi dei concorrenti online

Conclusioni e vantaggi dell’analisi della concorrenza

Il ruolo principale dell’analisi della concorrenza è quello di darti la possibilità di distinguerti imparando dagli errori e dai successi degli altri. Dopo aver appreso cosa stanno facendo bene e cosa stanno facendo male i nostri concorrenti, possiamo individuare la nostra strategia e fare la differenza nel lanciare o rilanciare la nostra attività.

La nostra proposta può essere notevolmente migliorata conoscendo affondo quella dei competitors.

E se pensate di stare spiando i vostri avversari o di copiare quello stanno facendo, non preoccupatevi, è esattamente quello che loro stanno facendo con le vostre attività. Se non lo fanno dovreste iniziare a farvi delle domande, vuol dire che siete ancora troppi piccoli per accorgersi di voi.

Analisi della concorrenza: conclusioni

L’analisi della concorrenza: risposte alle domande frequenti

Cos’è l’analisi della concorrenza?

L’analisi della concorrenza è il processo di identificazione dei principali concorrenti sul mercato e di valutazione delle loro strategie, punti di forza, debolezze, opportunità e minacce per comprendere meglio il contesto competitivo e informare la propria strategia aziendale.

Perché è importante l’analisi della concorrenza?

È importante perché permette alle aziende di identificare le tendenze del mercato, di anticipare le mosse dei concorrenti, di scoprire aree di opportunità e di rischio, e di sviluppare strategie competitive più efficaci.

Quali sono i passaggi principali per condurre un’analisi della concorrenza?

I passaggi principali includono:

  1. Identificazione dei concorrenti diretti e indiretti.
  2. Raccolta di informazioni sui concorrenti (prodotti, prezzi, canali di distribuzione, strategie di marketing).
  3. Valutazione dei punti di forza e debolezza dei concorrenti.
  4. Identificazione delle opportunità e delle minacce nel mercato.
  5. Sviluppo o aggiustamento della propria strategia competitiva.

Quali strumenti posso utilizzare per l’analisi della concorrenza?

Gli strumenti possono variare da ricerche di mercato, analisi SWOT, monitoraggio dei social media, report di settore, analisi dei siti web dei concorrenti, fino all’uso di software specifici per l’analisi competitiva.

Come posso identificare i miei concorrenti diretti e indiretti?

I concorrenti diretti offrono prodotti o servizi simili ai tuoi stessi clienti target. I concorrenti indiretti offrono prodotti o servizi che possono sostituire o alternarsi ai tuoi. L’identificazione può avvenire tramite ricerche di mercato, analisi dei canali di vendita, e monitoraggio dei media e dei social network.

Cosa dovrei cercare nell’analizzare i siti web dei miei concorrenti?

Cerca informazioni sui loro prodotti/servizi, prezzi, USP (Unique Selling Proposition), messaggi di marketing, target di clientela, partnership, e qualsiasi funzionalità o contenuto che attiri l’attenzione e l’interazione degli utenti.

Come posso usare i risultati dell’analisi della concorrenza per migliorare la mia strategia aziendale?

Utilizza i risultati per identificare le lacune nel mercato che puoi sfruttare, per differenziare i tuoi prodotti/servizi dai concorrenti, per migliorare le tue strategie di marketing e vendita, e per anticipare le mosse dei concorrenti.

È necessario condurre l’analisi della concorrenza regolarmente?

Sì, l’analisi della concorrenza dovrebbe essere un processo continuo. Il mercato e i concorrenti cambiano costantemente, quindi aggiornare regolarmente l’analisi aiuta a rimanere competitivi e a cogliere nuove opportunità.

Quali errori dovrei evitare nell’analisi della concorrenza?

Evita di concentrarti solo sui concorrenti più grandi o più evidenti, di trascurare i concorrenti indiretti, di basare le decisioni su dati obsoleti o inaccurati, e di copiare i concorrenti invece di cercare di differenziarti.

Analisi della concorrenza: link esterni utili

Concorrenza e analisi competitiva: libro
Competitor: definizione

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.