A cosa serve il Business Plan?

In questo articolo vi spiego a cosa serve il business plan e come esso aiuta a ridurre drasticamente le probabilità di fallimento della vostra startup.

Capirete in modo chiaro e completo quali sono le motivazioni ed i vantaggi che rendono la redazione del business plan un vantaggio importante per il futuro delle vostre imprese

A cosa serve il business plan? Sintesi dell’articolo

  • a cosa serve il business plan per le startup
  • a cose serve il business plan per le imprese
  • a cosa serve il business plan sia per startup ed imprese
  • un video: a cosa serve il business plan, per chi preferisce usufruire dei contenuti video
  • business plan per le imprese ed inserisco anche un video per chi preferisca un contenuto video
  • un approfondimento dei vantaggì del business plan per startup e imprese che cercano investitori

A cosa serve il business plan per le startup

Vediamo qui di seguito quali sono i punti fondamentali del perché è utile avere un buon business plan.

a cosa serve il business plan

1. Ridurre i rischi di fallimento
La maggior parte delle startup fallisce perché non pianifica in modo adeguato

  1. Oltre l’80% delle startup non arriva al 3° anno di vita 
  2. Le cause principali dell’insuccesso delle startup sono spesso correlate ad una PIANIFICAZIONE INADEGUATA: inadeguata pianificazione di costi e ricavi, dei flussi economico finanziari, delle quote di mercato.

2. Per essere più competitivi

Per elaborare un piano di impresa una start up è obbligata ad analizzare in modo dettagliato il proprio mercato e i propri concorrenti, infatti un business plan ben fatto prevede una parte di piano marketing approfondita.

Questo consente sia di posizionarsi in modo più competitivo (scelta della gamma di prodotti e servizi, scelta della comunicazione etc.) sia di conoscere meglio i punti di forza e debolezza dei concorrenti e formalizzare quindi una strategia competitiva più efficace

3. Per essere più finanziabili

Se vogliamo presentare la nostra start up a una banca, a degli investitori o dobbiamo predisporre un bando, avendo un business plan professionale saremmo sicuramente facilitati in quanto

  1. se un potenziale investitore ci fa delle domande specifiche per capire “se sta in piedi” il nostro progetto, sapremo rispondere in modo preparato
  2. se una banca ci chiede un business plan forniremo un documento professionale che sicuramente dimostrerà che abbiamo investito nella pianificazione del business
  3. se dobbiamo fare un bando, più approfondito è il business plan e maggiori sono le probabilità di avere accesso a finanziamenti agevolati o contributi a fondo perduto

4. A cosa serve il business plan per una start up? Ad avere un piano CHIARO

Ho lasciato per ultima quella che dovrebbe invece essere la ragione principale nella predisposizione di un piano di impresa: avere le idee chiare su mercato, concorrenti, acquisizione dei clienti, modello di offerta e modello organizzativo.

Un business plan ci obbliga a formalizzare tutti questi aspetti e quindi pianificare con attenzione il futuro della nostra impresa

Di seguito una sintesi dei vantaggi principali che vi garantisce un business plan professionale

A cosa serve il business plan? Video

A cosa serve il business plan per le imprese?

1. Pianificare in modo adeguato

Purtroppo i dati provenienti da tutte le fonti più accreditate confermano che i motivi principali di mortalità delle start up sono dovuti a una insufficiente pianificazione. Vediamo quindi cosa intendiamo nel dettaglio

a cosa serve il business plan
  • Analisi di mercato approssimativa
    questo comporta prezzi, previsioni di vendita, marginalità errate. infatti per avere un idea realistica dei prezzi dobbiamo fare un analisi dei concorrenti approndita, capire quali sono i prezzi dei concorrenti che hanno un posizionamento simile. Anche per le previsioni di vendita dobbiamo avere un piano di marketing “prudente” e che tenga conto di costi di acquisizione della clientela sensati.
  • Previsione dei flussi di cassa eseguita in modo poco professionale
    questo comporta una non conoscenza degli andamenti di cassa con conseguenti sorprese e situazioni inaspettate di tensione finanziaria.
  • Investimenti di marketing e commerciali
    spesso le aziende sbagliano gli investimenti per il lancio e la promozione dei prodotti, e si trovano con dati di vendita disastrosi. Questo è uno degli errori più diffusi: il budget di marketing e il piano di marketing è spesso ottimistico; ricordatevi che una start up nella grande maggioranza dei casi dovrà fare molti “aggiustamenti” prima di trovare i canali e gli strumenti di promozione e acquisizione della clientela più efficaci.
  • Posizionamento errato
    strategie di posizionamento sbagliate dovute a una inadeguata analisi dei concorrenti e del mercato. Rispondete bene alle seguenti domande: quali sono i nostri concorrenti diretti? Come ci distinguiamo da loro? Quali sono i prezzi e il posizionamento dei nostri prodotti e servizi?

Queste sono solo alcune delle situazioni più diffuse che ho riscontrato in oltre 20 anni di redazione di business plan e valutazione di business plan, per conto di investitori.

2. Valutare l’azienda

Il business plan è anche utilizzato per la valutazione aziendale in quanto, essendo tra i metodi di valutazione di un impresa quello dei multipli di EBITDA e fatturato, se presentiamo una valutazione aziendale corredata da un business plan (ad esempio un piano di sviluppo aziendale), riusciamo più facilmente a valorizzare anche i valori di EBITDA e fatturato futuri in quanto il piano di impresa va a dettagliare come faremo a raggiungere tali valori.

3. Cercare investitori

Come per le start up, anche le imprese che cercano investitori devono presentarsi con un business plan adeguato a valorizzare la propria proposta.

Il business plan (piano di sviluppo aziendale) spiegherà la strategia di prodotto, la strategia di acquisizione della clientela e il piano marketing per lo sviluppo, analizzerà il mercato e spiegherà le strategie aziendali in relazione al mercato in cui opera, racconterà le strategie organizzative (come struttureremo l’organizzazione per far fronte al piano di sviluppo)

A cosa serve il Business Plan (start up e imprese) ?

Vediamo di seguito di sintetizzare i vantaggi nella redazione di un business plan comuni sia alle start up sia alle imprese

a cosa serve il business plan, 6 motivi fondamentali
  • ad avere una pianificazione economico finanziaria corretta e REALISTICA
  • a disporre di un piano efficace, ragionato, e frutto di un’ analisi sia di mercato sia interna ed adeguata
  • a cercare finanziamenti bancari
  • per partecipare a bandi di finanziamento
  • a cercare finanziatori (business angels in primis)
  • per ridurre i rischi di insuccesso

A cosa serve il business plan? Approfondimento per chi cerca investitori

a cosa serve il business plan? per ridurre i rischi di impresa
  • l’analisi di mercato è inadeguata
  • i business plan non sono professionali
  • vantaggio competitivo e piano di sviluppo non credibili
  • proposta agli investitori inadeguata
  • l’imprenditore non è preparato a presentarsi a degli investitori

A cosa serve un business plan? Approfondimenti

Se volete approfondire le altre ragioni per fare un business plan, potete leggere il mio articolo di approfondimento “12 ragioni per cui avete bisogno di un business plan”

A cosa serve un business plan?: risposte alle domande frequenti

Cos’è un Business Plan?

Un Business Plan è un documento che descrive un progetto imprenditoriale, delineando obiettivi, strategie, vendite, marketing e previsioni finanziarie. Serve come guida strategica interna e come presentazione per potenziali investitori

Perché è importante un Business Plan?

È importante perché fornisce una struttura per pianificare e gestire un’azienda, aiuta a ottenere finanziamenti e investimenti, e serve come strumento di comunicazione per condividere la visione aziendale con stakeholder esterni

Quali sono i componenti principali di un Business Plan?

I componenti principali includono il sommario esecutivo, la descrizione dell’azienda, l’analisi di mercato, la strategia di marketing, il piano operativo e le proiezioni finanziarie

Come si stima la dimensione del mercato in un Business Plan?

La dimensione del mercato si stima analizzando il volume totale di vendite nel settore, il potenziale di mercato per il prodotto o servizio offerto e la quota di mercato che l’azienda prevede di acquisire

Come si effettua l’analisi della concorrenza in un Business Plan?

Si effettua identificando i principali concorrenti, valutando i loro punti di forza e debolezza, i prodotti, i prezzi, le strategie di marketing e la quota di mercato

Qual è il ruolo dell’analisi di mercato in un Business Plan?

L’analisi di mercato fornisce informazioni cruciali sul target di mercato, sulla concorrenza e sulle tendenze del settore, aiutando a definire strategie di marketing efficaci e a identificare opportunità di crescita

Come si determinano i requisiti finanziari in un Business Plan?

Si determinano analizzando i costi di avvio, le spese operative, le previsioni di vendita e i flussi di cassa per stabilire quanto capitale è necessario per avviare e gestire l’attività

Quali sono le sfide comuni nella creazione di un Business Plan?

Le sfide includono la definizione di un modello di business sostenibile, l’identificazione di un target di mercato chiaro, la stima accurata dei costi e delle entrate, e l’attrazione di investimenti

Come si misura il successo di un Business Plan?

Il successo si misura attraverso il raggiungimento degli obiettivi finanziari e di business delineati nel piano, l’efficacia delle strategie di marketing, e la capacità di adattarsi e crescere nel mercato

È possibile modificare un Business Plan una volta avviata la start-up?

Sì, un Business Plan dovrebbe essere un documento vivente, aggiornato regolarmente per riflettere i cambiamenti nel mercato, nelle strategie aziendali e nelle condizioni finanziarie

Link esterni e fonti utili

Business Plan: definizione (Wikipedia)
Business Plan: guida pdf
Business Plan: libro

Hai bisogno di aiuto per la TUA impresa o startup?

CLICCA QUI per ottenere 30
minuti di consulenza gratuita

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Twitter
Facebook

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Segui i miei contenuti anche sui canali:

consulenza e redazione piano industriale

Hai bisogno di aiuto?

Compila qui per ottenere una consulenza gratuita da 30 minuti.